VOGLIO PARLARE IO Collettiva d'Arte contemporanea

Sede: Centro Culturale Zerouno,via Indipendenza 27, Barletta
Periodo di Riferimento: 24 maggio- 7 giugno 2017
Patrocini: Fondazione Giuseppe De Nittis

Collettiva d’arte contemporanea a cura di Anna Soricaro

"Daniela Cantergiani è ispirata dall’amore per l’arte, nato casualmente, dal quale nascono intrighi cromatici di grande stupore, intrecci d’arte intriganti ed affascinanti, astrazioni poetiche e romantiche. L’ arte per la Cantergiani è liberazione, senza di essa o prima di essa c’era solo osmosi. Si assiste ad una poesia estetica, un intrigo romantico in cui i toni prendono spazio e le linee si incrociano nelle rime del dire. Ispirata da qualsiasi cosa, la passione per l’arte la travolge e libera il suo spirito lasciando che i colori vengano naturalmente, senza uno studio che preceda la creazione, tutto nato dall’istinto di una mente e di una mano che si combinano grandemente."

Premio Capitolium 2017 - Opera "Rinascita" critica

Un cuore in primo piano che racchiude emozioni, sentimenti, dolori, attese e paure, ma malgrado tutto continua a battere sempre aspettando una sospirata Rinascita.

critica della Prof. Mara Ferloni

Premio Capitolium 2017 - Opera "Rinascita" critica

 Opera intensa che esprime quell'intesa mancata! Qui una serie di ricordi frammentati invadono lo spazio, allontanandosi, per far emergere una nuova corrispondenza mentale e sentimentale.

critica dell'Arch. Barbara Righetti

Pro Biennale 2017 Venezia (www.spoletoarte.it)

 Daniela Cantergiani, è capace di coniugare effetti compositivi frutto di sottigliezze combinatorie e ritmi scattanti di narrazione. La vena creativa innata, si affianca ad un'approfondita cultura ed è in grado di utilizzare gli espedienti strumentali attuali, mettendoli al servizio di una sferzante energia vitale, che si sprigiona con armonia bilanciata e proporzionata, avvalorando la figurazione e rendendola persuasiva e accattivante.

Elena Gollini - Curatore d'arte e giornalista

 

 

Critica d'arte di Antonio Castellana

Daniela Cantergiani è un'artista fedele all'espressività nella quale da sempre crede, in continua evoluzione, che comunica attraverso una poetica in grado di tradurre la pennellata in parola che giunge al cuore. Il suo linguaggio pittorico, a tema umanistico è contrassegnato da un'intrigante fusione tra astrattismo e figurativo e da una compostezza classica proiettata nella modernità. Contemporaneamente si occupa anche di fotografia, di design e di scrittura, realizzando illustrazioni di supporto di libri e pubblicazioni varie. Le sue prime ricerche pittoriche si sono indirizzate principalmente sulla tecnica dell'acrilico che l'artista ha sentito congeniale alla sua necessità espressiva e canale prediletto di comunicazione grazie alla velocità, alla versatilità e alla resa d'impatto tipiche di questa tecnica. I suoi approfondimenti artistici si sono diretti essenzialmente sullo studio dei grandi maestri del passato come Mondrian, Kandinsky, Klee, presi a modello, ma che l'artista esamina e poi li fa suoi in composizioni personali e originali. Si dedica prevalentemente al tema dell'amore attraverso armoniche anatomie, delicatezza dei volti e gesti che sono un tripudio all'estetica e alla sensibilità umana. Daniela Cantergiani si esprime attraverso una pittura velata, patinata, dove la luce esprime la sostanza immateriale della natura e delle storie narrate. Inoltre ci fa assaporare il passaggio del tempo che non si è fermato, ma è in continua evoluzione che, per Daniela Cantergiani, è una continua sfida alla ricerca di una comunicazione viva, resa dinamica da pennellate a volte morbide, lunghe e strascicate o spezzate e scomposte. In ultima analisi l'artista è la precursora di un nuovo tipo di pittura che non esalta solo l'aspetto formale, ma idealizza, attraverso le sue emozioni, con la sua precisione e la sua capacità, l'aspetto estetico che si salda attraverso un paesaggio o un ritratto, un taglio rapito dal quotidiano, una sensazione di fronte al dato naturale, per analizzarlo poi successivamente in studio, ne deriva una pittura meditata e filtrata attraverso una personalissima visione.

Antonio Castellana critico d'arte e direttore artistico

Spoleto Arte incontra New York - 18 Marzo 2017

Daniela Cantergiani predilige una raffinata e ricercata linea stilistica, che sia nell'astratto sia nel figurativo trova formule espressive con chiavi interpretative codificate e volutamente un po' enigmatiche, che sviluppano nello spettatore un'attenta valutazione e lo coinvolgono con partecipazione diretta dentro l'avvincente narrazione. Allusioni e metafore fanno capo ad una ricerca artistica che entra anche sul piano introspettivo e psicologico e trova nelle immagini una dimensione atemporale di grande suggestione. L'uso dei colori così come della dicotomia cromatica del bianco e nero è accompagnato da una matura abilità strumentale e dalla dimestichezza nella lavorazione. Per lei la materia pittorica prende vita e possiede una sua anima con una speciale linfa vitale, che si propone di alimentare di continuo e tenere viva tramite il suo fare arte.

Elena Gollini - Curatore d'arte e giornalista